SILENZIO!!!!!! I CARISMI

Pubblicato giorno 22 aprile 2020 - In home page

Immagine1

SILENZIO!!!!

 

Tempo buio, tempo sospeso, tempo utile per riflettere!

I ritmi delle mie giornate si sono distesi, anche in questi giorni le ore passano piene: lavori in casa fatti come si deve, la cucina più curata.

Ma la novità per me è il tempo della preghiera: ogni giorno mi fermo a lungo e prego; forse balbetto soltanto, ma mi rendo conto che dare del tempo a Dio mi arricchisce e mi fa crescere nella pazienza e nella speranza.

L’esperienza più forte è stata, però, quella di passare ore davanti al tabernacolo nella Chiesa vuota; è lì che sento in modo forte l’essere comunità. Sto’ in silenzio, ma con la mia presenza dico a Dio che la San Pio c’è, che i ragazzi, i giovani e gli anziani ci sono, sono lì con me e lo implorano che aiuti tutti a credere e a diventare migliori. La nostra chiesa, così grande, si riempie di tutte le preghiere recitate, ciascuno in casa propria, del tempo che ognuno dedica al Signore ogni giorno. La mia presenza fisica è solo per ricordargli che ci siamo e che confidiamo solo in Lui, Signore del mondo, unica nostra salvezza.

 

I CARISMI

Sembra che la comunità parrocchiale, come la Chiesa tutta, dorma, sia in stallo…. Come non è vero!

La comunità è viva, e in lei si sentono, quasi si toccano, i tanti carismi diversi che insieme la vivificano.

C’è chi porta i fiori per la Chiesa, chi li dispone ad arte, chi tiene pulita la chiesa (certo con ritmi rallentati), chi accende una candela, chi recita il rosario a voce alta, chi accoglie i tanti senza fissa-dimora, chi distribuisce alimenti, chi procura gli alimenti rispondendo all’iniziativa della spesa-sospesa nei supermercati, chi ha contribuito con offerte alle varie iniziative per l’emergenza, chi è attento ai propri vicini di casa con un sorriso o qualche piccolo servizio, chi mantiene relazioni telefonando, chi ha reso possibile trasmettere la S. Messa delle 11 la Domenica, chi cura il sito della Parrocchia e la pagina Facebook, chi inventa iniziative per i ragazzi dell’A.C.R., chi mantiene rapporti coi bimbi del Catechismo, chi celebra l’Eucarestia, chi offre la pena di questo tempo al Signore, chi cucina qualcosa per chi ha bisogno, chi scalda il cuore degli altri con pensieri, immagini su whatsapp, chi prega la novena della Divina Misericordia, chi è disponibile anche da “lontano”, chi ha preparato gli ulivi per la Domenica delle Palme, chi ha fatto dei cartelloni colorati per i malati del coronavirus di Albenga e per gli ospiti del Pogliani (ex Presentazione), chi passa in Chiesa a pregare, chi prega da casa.

Tanti gesti diversi che insieme costruiscono giorno per giorno la comunità.

Mai come in questo tempo si constata quanto sia bello che ciascuno contribuisca in modo diverso e spesso nuovo, a far sì che la nostra Chiesa silenziosa sia viva forse più di prima.

Indispensabile, certo, il carisma dei sacerdoti, Don Luciano e Don Antonello, sempre presenti e disponibili, che continuano a celebrare, da soli, l’Eucarestia per noi, che pregano per noi e per la Chiesa tutta.

Il distanziamento sociale c’è: ma la San Pio ha trovato mille modi per essere sempre comunità, fatta prima di tutto di vicinanza, di relazioni, di incontro.

GiosettagIOSETTA

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)